𝗩𝗶𝗺𝗼𝘁𝗼𝗿𝘀𝗽𝗼𝗿𝘁 𝘁𝗿𝗶𝗼𝗻𝗳𝗮 𝘁𝗿𝗮 𝗹𝗲 𝘀𝗰𝘂𝗱𝗲𝗿𝗶𝗮 𝗮𝗹 𝗧𝗿𝗼𝗳𝗲𝗼 𝗩𝗮𝗹𝗹𝗲𝗰𝗮𝗺𝗼𝗻𝗶𝗰𝗮

Vittorio Veneto (TV) – Un week-end di sole e tanto caldo ha accolto i partecipanti al Trofeo Vallecamonica che quest’anno, proprio in occasione della cinquantesima edizione, ha ospitato il terzo appuntamento del Campionato Italiano Velocità Montagna.


Una gara dall’elevato livello tecnico e ottimamente organizzata dallo staff dell’Automobile Club Brescia ha portato sugli 8590 metri dell’impegnativo tracciato camuno ben duecentodieci partecipanti e tra questi figuravano anche i dieci portacolori della scuderia Vimotorsport che con i loro risultati hanno consentito al team di Vittorio Veneto di primeggiare, per la terza volta consecutiva in questa stagione, nella speciale classifica riservata alle scuderie.
Rientrato nella massima serie tricolore, il trentino dell’Osella FA30 Zytek LRM Christian Merli ha dato il massimo in Gara 2 per riuscire a recuperare il distacco dalla vetta di 89 centesimi di secondo incassato in Gara 1. Purtroppo nella seconda ascesa, un problema ad una sospensione non gli ha permesso di migliorare il suo crono e si è dovuto accontentare della pur nobile seconda posizione assoluta andando però a conquistare la vittoria di gruppo E2-SS e di classe 3000.
Non conosce sosta il momento d’oro del lucano Achille Lombardi che, al debutto su questo percorso e pur lamentando l’assenza di grip nel tratto iniziale della seconda salita domenicale, è riuscito a stampare due ottimi tempi che gli hanno permesso di portare l’Osella PA2000 del Team Puglia fino sul terzo gradino del podio di E2-SC ed in prima piazza di categoria 2000.
In E2-SC 3000 buon quinto posto per il mantovano Renzo Meneghetti il quale, dopo un anno di assenza dalle competizioni, ha condotto in gara l’usuale Lucchini BMW sulla quale ha riscontrato un problema elettrico proprio nel corso di Gara 2 che l’inossidabile driver ha cercato di risolvere in corso d’opera prendendo anche qualche rischio di troppo.
Problemi con le gomme hanno, invece, messo a dura prova l’esperto Gino Pedrotti che non ha potuto bissare il successo riscosso con la sua Formula Renault Tatuus alla recente Verzegnis – Sella Chianzutan. Questo inconveniente non gli ha però impedito di conquistare la seconda posizione di classe E2-SS 2000. In E2-SC 1400 il bresciano d’adozione trevigiana Paolo Venturi, dopo una leggera toccata ad una chicane nel corso della seconda sessione di prove che lo ha costretto allo stop, è soddisfatto del suo secondo posto di classe conseguito al volante dell’Elia Avrio ST09 Evo 18.
Nel gruppo E2-SH il rientrante Michele Ghirardo, nonostante la poca stabilità del posteriore della sua Lotus Exige Cup 260 in Gara 1 dovuta allo scarso carico aerodinamico sull’ala, ha ottenuto un’eccellente terza posizione di gruppo e seconda di classe oltre 3000 grazie anche alle migliorie apportate alla vettura nel corso del fine settimana.
Giovanni Regis ha saputo sfruttare al meglio la sua Peugeot 106 di gruppo E1 concretizzando in gara quanto raccolto in termini di regolazioni durante le prove. Grazie ad un ottimo tempo fatto registrare nella prima salita e senza prendere eccessivi rischi nella seconda, il piemontese ha dominato la classe 1600 mentre nella due litri è il vittoriese Alex Bet a portare sul gradino più basso del podio il vessillo del sodalizio grazie ad una buona prova al volante della Peugeot 205 GTI.
Il padovano Adriano Pilotto ha sfoderato una positiva performance che gli ha permesso di conclude la sua competizione in quinta piazza di Racing Start Plus 2000 con l’Honda Civic Type-R.
Ritiro, invece, per Remo De Bastiani che, dopo aver fatto segnare il terzo score in classe Produzione di Serie 1.6, ha preferito non prendere il via in Gara 2 per non compromettere ulteriormente il cambio della sua Honda Civic EK4 che già durante le prove del sabato aveva manifestato dei problemi.

www.vimotorsport.it