13 i piloti della Speed Motor alla 47^ Castellana

SPEED MOTOR CON 13 PILOTI ALLA 47ESIMA CRONOSCALATA DELLA CASTELLANA DI ORVIETO. MICHELE FATTORINI E ANGELO MARINO I PRINCIPALI ASPIRANTI ALL’ASSOLUTO, CON SERGIO FARRIS SEMPRE PRONTO PER INSERIRSI E GIANNI URBANI CHE VUOL CONFERMARSI PROTAGONISTA IN CN. ADOLFO BOTTURA FRA I FAVORITI NELLA CATEGORIA DELLE STORICHE

Come a Gubbio, anche a Orvieto – nell’altra salita umbra che può essere considerata di casa – è davvero massiccia la partecipazione dei piloti Speed Motor, intenzionata a portare a casa la coppa per scuderie già vinta diverse volte in passato. Sono infatti 13 i portacolori del team di Tiziano Brunetti che sabato 7 e domenica 8 settembre si cimenteranno nella 47esima Cronoscalata della Castellana, prova valevole per il trofeo italiano della montagna (zone nord e sud) sui 6190 metri di un tracciato molto interessante dal punto vista tecnico. Michele Fattorini e Angelo Marino sono i due alfieri della E2-SS che puntano al risultato più importante, non dimenticando Sergio Farris. Fattorini è il beniamino di casa, essendo di Porano e ha già firmato l’albo d’oro in ben tre edizioni: ora è stuzzicato dal poker al volante dell’Osella Fa 30 Zytek in una strada che conosce benissimo e anche Marino su Lola B99/50 tenta per la prima volta l’impresa, anche se gli avversari da battere non mancano: su tutti, Denny Zardo con la Norma M20 Fc e Simone Di Fulvio su Lucchini Sp98. Dalla vicina Todi – e sempre fra le monoposto – guardano con ambizioni alla “top ten” Damiano Manni su Mygale M09 (classe 2000) e Alessandro Alcidi con la Speed Motor 01 (classe 1400), mentre nella E2-SC il già ricordato Sergio Farris è impegnato nell’ennesima sfida con il corregionale Giuseppe Vacca, entrambi su Osella Pa 2000. Reduce dall’assoluto di gruppo al “Fagioli”, l’eugubino Gianni Urbani su Osella Pa 21 dà la caccia al bis in CN, dove ritroverà il concittadino Giovanni Rampini, smanioso di riscatto dopo l’imprevisto di due settimane fa lungo la Gola del Bottaccione. E passiamo alle vetture turismo, con Lodovico Manni che annusa profumo di assoluto nella Produzione di Serie con la sua Renault Clio Williams, pur sapendo di dover fare i conti con i “driver” del posto. Stessa situazione per Paolo Biccheri, al secondo step con l’Alfa Romeo 147 nella classe 2.0 della Racing Start Plus, dove è presente di nuovo anche Andrea Tei su Bmw 318. Tre gli iscritti in Racing Start: Sauro Rossi con la Mg Zr nella nutritissima classe 1.4, Gianluca De Masi con la Citroen Saxo nella 1.6 e Luca Ciuco con la Mini Cooper nella classe 1.6 turbo. Fra le storiche, il trentino Adolfo Bottura con l’Osella Pa 9 84/90 si ripropone nelle vesti di favorito per l’assoluto. Dovrà comunque misurarsi con validi avversari, a cominciare da Giuliano Peroni con la Martini Mk 32. Insomma, un menu sostanzioso in una competizione molto impegnativa, il cui prologo è fissato per venerdì 6 settembre con le verifiche sportive e tecniche dalle 14.30 alle 19.30; sabato 7 le due sessioni di prove ufficiali a partire dalle 9 e domenica 8 – stessa ora – il via di gara 1, con gara 2 a seguire.

5 settembre 2019

Ufficio stampa
Claudio Roselli

X