29^ Salita del Costo: vittoria per Ambroso tra le auto storiche

Questo articolo è anche in formato audio

Ammesse alla gara valevole per il TIVM, oltre una trentina di auto storiche hanno dato spettacolo nella prima salita della stagione.

Ambroso su Osella PA9/90 si aggiudica la gara

Cogollo del Cengio (VI), 22 marzo 2021 – Pronostico rispettato nella gara riservata alle auto costruite fino al 1990, con Giovanni Ambroso che piazza la sua Osella PA9/90 davanti a tutti; vince il 4° Raggruppamento e precede un’accoppiata di Porsche 911 RSR con quella di Umberto Pizzato che ha la meglio sulla gemella di Giampaolo Basso, nell’ordine anche nel 2° Raggruppamento. Ai piedi del podio “virtuale” si registra la prestazione di Michele Massaro su BMW M3 e alle sue spalle un’altra Porsche 911 RSR, quella di Matteo Adragna. Due le coupè di Stoccarda protagoniste anche nel 3° Raggruppamento, con un testa a testa tra quella di Giuseppe Pezzo che la spunta su Adriano Beschin per soli 54 centesimi di secondo e si aggiudica la categoria stampando il sesto tempo assoluto. Tra le vetture più datate del 1° Raggruppamento, successo per il sempreverde Luigi Pellanda con la BMW 2002 Ti. L’atteso Denny Zardo, purtroppo, non ha potuto prendere il via per un problema meccanico patito proprio all’arrivo della prima manche di ricognizione. Hanno concluso la gara trentadue vetture tra le quali l’Abarth 1000 di Silvia Fochesato, prima tra le “lady”.

           Ufficio Stampa Salita del Costo   Andrea Zanovello – www.azetamedia.com