A Cividale (UD) il meteo condiziona la “prima” di Lombardi sul quel complesso percorso, grande vittoria in classe 1000

Questo articolo è anche in formato audio

Cividale del Friuli (UD), 4 Ottobre 2020. Siamo alla quinta tappa del Campionato Italiano Velocità Montagna di questa complicata stagione in “mascherina”.
Come ad Alghero per Achille Lombardi si tratta di un percorso su cui non ha mai gareggiato in precedenza, e quindi da affrontare col massimo impegno.
Purtroppo nonostante le buone ricognizioni per memorizzare la complicata strada “rallystica” il sabato le prove si svolgono con la pioggia e quindi prove non utili a settare l’Osella PA21 JrB. La domenica si riesce a disputare le due gare senza pioggia, percorso non perfettamente pulito ma velocità ormai da strada asciutta. Ovviamente cambiano tutti i riferimenti del cambio e gli spazi di frenata, quindi gara 1 diventa la prima vera salita al Cividale. Non male, Aky è primo di classe e secondo assoluto ProtoBike, un solo 1600 è davanti e si tratta del pilota locale Liber attuale campione di categoria. Per gara 2 le idee sono più chiare ed infatti a parte il primo tratto di strada cauto, il ritmo si alza e Lombardi ottiene un importante 3.20,16, nuovo record di categoria con ben 11 secondi di vantaggio sull’ esperto Leogrande per la prima volta alla guida della Osella PA21 Junior 1000 ex Pezzolla. Nell’assoluta ProtoBike Lombardi è secondo ma primo fra i pretendenti al titolo 2020. Un altro passo avanti che consolida il primato in classe 1000 e nell’assoluta quando mancano solo le ultime due gare a coiefficiente maggiorato di Sicilia e Calabria. Grazie al prezioso supporto di LRM motors e l’assistenza di Napoletano il cammino è in discesa!

Achille Lombardi ( Osella PA 21 Jrb , Vimotorsport #41)