Ad Angelini il titolo Racing Start turbo

Questo articolo è anche in formato audio

Risolto con la riconosciuta conformità della MINI la verifica tecnica dopo il reclamo sporto da Montanaro a fine Monte Erice. Il pilota fasanse è dunque Campione Italiano

Come da comunicazione ricevuta dal CTN Giuseppe Prisco in data 16-10-2019 si comunica che l’esito delle verifiche tecniche supplementari notificate ai concorrenti Montanaro (reclamante) e Angelini (reclamato) in data 15 ottobre 2019 a Roma, dopo idonea convocazione, è stato quello di conformità dei particolari reclamati e verificati d’ufficio, senza appello alle decisioni.

Giovanni Angelini è Campione Italiano Racing Start RSTB, la sua MINI John Cooper Works preparata da DP racing è risultata conforme è quindi il pilota fasanese ha potuto festeggiare la conquista del titolo 2019,alla fine di una stagione senz’altro esaltante e combattuta fino alla Coppa Nissena. Angelini ha vinto 7 gare: Nevegal, Morano, Ascoli, Trento, Rieti, Gubbio ed Erice.

Un confronto serrato quello con Oronzo Montanaro, anche lui su MINI, che a conclusione della Monte Erice ha sporto reclamo verso la vettura dell’avversario. Piazza d’onore dunque, per il driver Fasano Corse che a sua volta ha vinto a Liuzzi, Sarnano, Verzegnis, e Coppa Nissena.

La decisione arivata alla Vigilia della Pedavena assegna il titolo ai due piloti pugliesi che non saranno al via dell’ultima gara di Campionato Italiano Velocità Montagna