Bicchiere mezzo pieno per Martucci e Iantorno alle Svolte di Popoli

Si è concluso con un doppio 2° posto il week end agonistico che ha visto i due alfieri Gretaracing, Martucci e Iantorno, impegnati sul selettivo tracciato della 57^ “Svolte di Popoli”, e  autori di due appassionanti duelli, nelle rispettive classi,  per la vittoria.

Martucci, si presentava per la prima volta ai nastri di partenza di una gara reputata all’unanimità una delle più difficili cronoscalate d’Italia. Sin dal Venerdì era chiaro che il duello per la vittoria della RS 1.4 sarebbe stato fra Martucci e il pilota popolese Alessandro Di Lisio, con i favori del pronostico per quest’ultimo, visto che correva in casa.  Dopo un Sabato sfruttato per prendere i riferimenti e capire come settare la vettura, Domenica la musica cambia, con Martucci che sferra un primo attacco alla leadership della 1° manche, con un 4.36.98 (migliorando di ben 6 sec. il miglior tempo in prova di 4.42), a cui Di Lisio risponde con un 4.34.40, andando a vincere la 1° manche. Lontanissimi tutti gli altri, con il terzo a ben 10 sec. da Martucci e 12 sec. dalla vetta.

Nella 2° manche, Martucci capisce che deve spingere e rischiare il tutto per tutto, ma un’interruzione di oltre 45 minuti, per problemi di ordine pubblico lungo il tracciato, proprio mentre era sulla linea di partenza, lo deconcentra, portandolo ad un errore al primo tornantino a sinistra, staccando troppo dentro il tornante con conseguente testa coda e ripartenza da fermo. Nonostante tutto, Martucci segna un 4.42.77, con un terzo intermedio record, nella parte alta del percorso, che gli consente di tenere tutti lontani e difendere la sua seconda posizione. Di Lisio, da far suo, segna un tempo peggiore rispetto alla prima, di addirittura quasi 4 secondi, 4.37.94,  il che significa che senza quell’errore e ripetendo il tempo della 1° manche, Martucci avrebbe potuto vincere la manche e, forse, anche l’aggregata. Ma le gare sono cosi. Rimane la prestazione di altissimo livello e, soprattutto, la conferma che Martucci e la 106 by Marchetto Corse sono ormai un binomio vincente. Soprattutto si mettono 15 punti in tasca per un titolo TIVM Nord che si avvicina sempre di più.          

Passiamo in RS 1.6, dove, assente Pio che ha deciso all’ultimo di correre in un’altra classe, gli avversari per Iantorno non diminuivano ma, anzi, si moltiplicavano, aggiungendosi a Bondanza, anche Di Stilio, Terziglio e  Angelucci. Anche per Iantorno il Sabato è servito a prendersi qualche riferimento in più, ma poco più, limitandosi a portare la vettura al traguardo, mentre i suoi avversari addirittura si auto-eliminavano, come Terziglio che nella 2° manche di prova va a muro procurando danni meccanici alla sua 106, riparata ma con ancora problemi che lo costringono a guidare sulle uova, Domenica, in 1° manche, e a non partire per la seconda.

Domenica, pronti via e coltello fra i denti tutti a tirare per vincere. Sorprende Bondanza, che alla sua prima partecipazione mette paura al duo Iantorno-Di Stilio, che lottano sul filo dei decimi per la vittoria della 1° manche: prevale Di Stilio per appena 1 secondo sul nostro pilota,  terzo Bondanza che relega Angelucci al 4° posto.

2° manche e stesso copione: Iantorno parte carico e sicuro di poter recuperare il secondo di svantaggio accumulato nella prima e di poter vincere la manche, ma Di Stilio è un osso durissimo e nuovamente il duello si risolve per appena 7 decimi a favore di quest’ultimo, questione di metri insomma. Terzo ancora una volta Bondanza. Onore al vincitore, ma onore anche a Iantorno autore di una prestazione eccezionale che riscatta il week end opaco della Val Camonica e incamera 15 punti importantissimi per il suo campionato TIVM Nord. Bondanza con il doppio terzo posto limita i danni, ma è chiaro che la lotta per il titolo sarà fra Iantorno e Bondanza, che sembra sempre più orientato a concentrarsi sul TIVM Nord invece che sul CIVM dove ormai i giochi sono fatti per Di Tommaso, e fra 106 S16 (Bondanza) e Saxo VTS (Iantorno), con quest’ultima sapientemente curata dal preparatore Sabatelli motori di Fasano.              

Prossimo appuntamento per la compagine “salitara” a Gubbio, fra due settimane,  gara valida per CIVM e TIVM Nord-Sud     

X