Bis di Grammatico allo Slalom Città di Este

Il pilota della Radical è il più veloce di tutti anche al termine della seconda manche dello slalom veneto penultima tappa del tricolore di specialità. Seconda piazza per Fabio Emanuele su Osella PA 9/90; terzo Salvatore Venanzio che con la sua Radical SR4 sigla un tempo che rilancia le sue legittime ambizioni in un campionato ancora apertissimo.

La seconda manche dello Slalom dei Colli Euganei Città di Este vede, ancora una volta, Andrea Grammatico salire sul gradino più alto del podio idealmente collocato al termine dei tre chilometri del percorso di gara. Il pilota torinese, su Radical SR4 Suzuki, sale nel tempo di 2’34” e 71 centesimi, circa cinque secondi più veloce del precedente passaggio a indicare che, cessata la pioggia, il fondo stradale, soprattutto in traiettoria, va asciugandosi lasciando aperti tutti i pronostici. Fabio Emanuele ferma le ruote della sua potente Osella PA 9/90 Alfa Romeo a soli 70 centesimi dal vincitore, tallonato da un finalmente ritrovato Salvatore Venanzio, terzo con 160,51 punti, che, al netto della penalizzazione, guiderebbe la classifica con la sua Radical SR4 Suzuki tenendo aperta la partita per il Campionato Italiano Slalom. Enrico Zandonà è quarto, primo in Gruppo E2 SH su Fiat 500 Procar davanti ad Alessandro Zanoni, il più veloce tra le formula su Formula Gloria C8 con la quale guida la classifica del Trofeo Veneto Trentino. Settimo tempo per Giancarlo Maroni Jr, il Campione Italiano Formula Challenge in carica, al via su Osella PA 21 JRB, poco meno di due secondi più veloce di Giuseppe Scozzafava che nella prima salita era andato lungo con la sua Radical SR4 Suzuki incappando in una uscita di strada senza alcuna conseguenza, se non di cronometro. L’ottava e la nona posizione sono occupate da due formule: nell’ordine la Wolf GB08 di Friedrich Paller e, a una manciata di centesimi, la Formula Gloria di Giuseppe Peraino. Il decimo tempo della seconda manche valida per lo Slalom dei Colli Euganei Città di Este è siglato da Davide Baldin che, su Renault Clio Williams, si conferma il più veloce tra vetture del Gruppo E1 Italia. Nicola Casa, undicesimo assoluto, è il primo tra le Gruppo A con una Peugeot 208. Anche Igrazio Bonavires, su Peugeot 106 Rallye, mantiene la testa del Gruppo N mentre il Gruppo Speciale Slalom vede un cambio al vertice dove ora si posiziona Antonio Giacomo Giantin al volante di una Opel Corsa GSI.

X