Buona la prima sotto i Trulli per Fabio Emanuele

Il campione molisano, su Osella PA 9/90, piazza il miglior tempo al termine della prima manche di gara valida per la conquista della vittoria nello Slalom dei Trulli, quarta prova della serie tricolore. Seconda piazza per il giovanissimo Michele Puglisi si Radical Prosport; terzo Salvatore Castellano, al via su Chiavenuto Suzuki.

Dopo la salita di ricognizione utile ai piloti per prendere confidenza con il percorso e verificare le regolazioni della vettura in assetto gara, con la prima manche si fa sul serio, I punti conquistati, infatti, saranno validi per scrivere la classifica finale dello Slalom dei Trulli, quarta prova della serie tricolore in scena sulle strade pugliesi. Il più veloce dopo i primi 3600 metri di gara è Fabio Emanuele che ferma il cronometro sul tempo di 2’28” e 27 centesimi, il primo (e per ora l’unico) nella giornata a scendere sotto la soglia dei 150 punti. A 4″ e 40 centesimi dalla Osella PA 9/90 Alfa Romeo del campione molisano si ferma la Radical Prosport Suzuki del giovanissimo Michele Puglisi bravo a tenere dietro l’esperto Salvatore Castellano, al via su Chiavenuto Suzuki, che paga 10 punti un birillo e chiude con il tempo totale di 2’42” e 74 centesimi. Percorso netto per un velocissimo Marcello Bisogno che, su Fiat 127, termina ai piedi del podio, primo in Gruppo Speciale Slalom inseguito, a nove centesimi, da Salvatore Tortora, il più veloce tra le E1 Italia con una Renault Clio RS. Domenico Gangemi, su Fiat 127 E1 Italia, è sesto davanti a Fabio Di Cristofaro, momentaneamente in testa alla sfida tre le vetture del Gruppo E2 SS con una Formula Gloria. Davide Maglione, su Renault 5 GT Turbo, è ottavo e precede Gennaro Ferrara in gara con una Fiat 127 Gruppo Speciale Slalom. Ancora una Fiat, la 126 Gruppo E2 SH di Fabiano Di Cesare, chiude la top ten della prima manche dello Slalom dei Trulli.

Fonte: AciSport

X