Campionati e campioni alla vigilia dello Slalom Città di Este

Alla vigilia del penultimo appuntamento del Campionato Italiano Slalom in scena domenica sulle strade del Veneto, Fabio Emanuele si prepara a difendere la prima posizione nella classifica assoluta dall’assalto di Venanzio; lotta a due nel Campionato Italiano Slalom tra Benedetto Guarino e Domenico Gangemi a pari punti.

La strada per il Campionato Italiano Slalom passa per la bassa padovana e, domenica, si ferma a Este. Nel fine settimana, infatti, andrà in scena lo Slalom dei Colli Euganei Città di Este, settima prova valida per il tricolore della specialità che dal centro della città veneta, a ridosso delle mura del Castello Carrerese, si correrà lungo i tre chilometri contro il tempo del bel percorso panoramico intervallato da quattordici postazioni di rallentamento. La sfida per il gradino più alto del podio del campionato e per il titolo di Campione Italiano Slalom 2019 è tra Fabio Emanuele e Salvatore Venanzio, entrambi attesi al via della competizione. Il campione molisano, attuale leader della classifica assoluta con 80 punti, insegue, al volante di una Osella PA 9/9 motorizzata Alfa Romeo, il sesto titolo in carriera. A provare a sbarragli il passo ci proverà il campano Salvatore Venanzio, recente vincitore allo Slalom di Roccadaspide su Radical SR4 Suzuki, secondo in classifica con 62 punti e tutte le intenzioni di provare a portare a tre il numero delle volte in cui ha cucito lo scudetto tricolore sulla sua tuta da pilota. In virtù del regolamento di campionato che prevede un incremento dei punteggi per le ultime due gare, i giochi sono ancora aperti e a trarne vantaggio sarà certamente lo spettacolo. Decisamente più combattuta la lotta per i posti che contano nella classifica del Campionato Italiano Slalom i cui punteggi sono legati ai piazzamenti nelle classifiche di Gruppo e Classe. Due piloti, infatti, si dividono al momento il primo gradino del podio la cui quota è fissata a 49,5. Sono Benedetto Guarino su Peugeot 106 Rallye Gruppo N e Domenico Gangemi su Fiat 127 Gruppo E1 Italia. Terzo, a sole quattro lunghezze di distacco, Ignazio Bonavires, anche lui su Peugeot 106 Rallye Gruppo N, la stessa vettura, ma in Gruppo A, con cui Paolo Battiato sfiora il podio totalizzando 40,5 punti, mezza lunghezza davanti a Liberato De Gregorio, quinto su Citroën Saxo Vts Gruppo N. La classifica Under 23 vede al comando Michele Puglisi con 12 punti davanti a Fabiano Di Cesare che di punti ne totalizza 10.

X