Crespi torna in campo ad Ascoli

La stagione sportiva del milanese con la Wolf Thunder nel Campionato Italiano Velocità Montagna proseguirà il prossimo weekend alla 58^ Coppa Paolino Teodori.

Il pilota milanese Stefano Crespi, la cui ultima partecipazione alla gara di Ascoli Piceno risale al 2015 con la Osella PA21s Evo Honda, affronterà le rampe della classica gara marchigiana al volante della Wolf GB08 Thunder motorizzata Aprilia 1000cc con la quale si è distinto nelle precedenti uscite del suo impegno sportivo. Il feeling con la vettura italiana è in crescita come dimostra l’ottima progressione che gli ha permesso quest’anno di salire per tre volte sul podio di Gruppo E2SS classe 1000.

La 58^ Coppa Paolino Teodori presenterà tuttavia delle caratteristiche molto diverse rispetto agli ultimi due appuntamenti all’Alpe del Nevegal e a Verzegnis. È infatti previsto un weekend molto caldo che metterà alla prova la tenuta fisica dei piloti e la competitività tecnica delle vetture, con particolare riferimento agli pneumatici. Il tracciato della cronoscalata è piuttosto breve, 5.031 metri, con un dislivello di 380 fra la partenza di Colle San Marco e l’arrivo di San Giacomo.

Il programma agonistico del weekend, dopo le verifiche sportive e tecniche previste al venerdì, si accenderà sabato 29 giugno, con le due manches di prove ufficiali a partire dalle ore 9:30 che permetteranno ai piloti di mettere a punto i set-up per la gara. La sfida vera e propria, sempre in due turni cronometrati, si consumerà domenica 30 con la prima ascesa nuovamente alle ore 9:30. La cerimonia di premiazione si terrà al termine della giornata alla ex Locanda del Pianoro di Ascoli Piceno.

Ampia copertura televisiva garantita per l’evento. RAI Sport (CH 57 DTT) trasmetterà giovedì 11 luglio alle 21:00 uno speciale all’interno della rubrica “Reparto Corse”. AutomotoTV (CH 228 SKY) proporrà a sua volta un approfondimento curato da ACI Sport in onda venerdì 12 luglio alle 19:00 con successive cinque repliche. Impegno anche di Sportitalia (CH 60 DTT) oltre che delle testate sportive nazionali Gazzetta dello Sport e Corriere dello Sport.

Stefano Crespi:
“Non sarà una gara facile. Il tracciato è molto breve, quindi occorre massima precisione dal primo all’ultimo chilometro perché un piccolo errore di guida qui potrebbe costare più caro che in altri tracciati. Allo stesso modo occorrerà una vettura molto bilanciata, sia per la prima parte più guidata, ma soprattutto per il finale particolarmente veloce. Lo sviluppo include solo quattro tornanti, quindi sarà principalmente una questione di ritmo e di traiettorie. Mi attende una sfida sicuramente appassionante”.

X