Cubeda e Riolo firmano la Termini Caccamo

La ventunesima edizione disputata oggi

Roma. Si è corsa oggi la ventunesima edizione della Termini-Caccamo. La vittoria tra le auto moderne è andata a Domenico Cubeda, alla sua prima apparizione nella gara imerese. Il pilota, a bordo della Osella FA30 per i colori Cubeda Corse, ha fatto registrare il nuovo record del percorso. Con questa affermazione Cubeda si aggiudica anche il Campionato Siciliano Montagna. Al secondo posto Franco Caruso (Scuderia Ateneo) con su Gloria C8. Terzo Giovanni Cassiba, su Osella PA30, davanti ad Angelo Bonforte (Osella PA20S) e Samuele Cassiba (Osella PA20JRB). Sesto posto Salvatore Reina, su Elia Avrio ST09, seguito da Rocco Aiuto su Osella PA20S ed Ernesto Riolo su una Peugeot 208T16. Nono Antonino Rotolo su Osella PA 21JR, decimo su Gloria b5 motorizzata Suzuki Angelo Miccichè.

Tra le storiche conquista la gara Totò Riolo (Scuderia CST Sport) su Equipe Stengher del 4° raggruppamento JR/BC>2000. Al secondo posto su Lucchini SP90 Antonio Piazza 4° raggruppamento JR/BCSN300 per soli 3 decimi sul veterano Ciro Barbaccia (Osella PA6/9 4° raggruppamento JR/BC2000). Chiudono la classifica dei migliori tempi le Porsche di Domenico Guagliardo e Claudio La Franca.

Il 1° Trofeo istituito dalla Banca di Credito Cooperativo di Altofonte e Caccamo per i 3 migliori Under 25 sono stati consegnati a Giuseppe Gianfilippo su Renault Twingo A1600 come terzo classificato, a Luca Siragusa, secondo classuficato sulla Peugeot 106 PRODE1660 e al primo Agostino Bonforti su Osella PA20 2000, che ha ricevuto il premio dal Direttore della Banca.

Il premio Benny Rosolia, compianto pilota di Castelvetrano campione europeo e italiano della montagna, messo in palio dalla Scuderia Erice Historic Car, è stato assegnato a Pierluigi Fullone, driver più giovane che ha partecipato con la vettura più antica.

I due orologi della marca Mondial Watch sono andati ai vincitori assoluti Riolo e Cubeda.

Comunicato di mauro de zordo

X