Domenica 18 luglio, dopo 13 anni di assenza, è tornato a disputarsi lo slalom di Campo Calabro

Questo articolo è anche in formato audio

La gara sul meraviglioso Balcone dello Stretto, dal cui percorso è possibile ammirare uno scenario di incomparabile bellezza, a causa delle avverse condizioni meteo preannunciate per tutta la settimana antecedente, ha rischiato seriamente di non essere disputata. Tuttavia, forse per merito dell’aiuto divino e dell’intercessione del mai dimenticato avvocato Colosi che ha vigilato dall’alto affinché tutto andasse per il verso giusto, l’ondata di maltempo che ha interessato tutto il Meridione d’Italia, ha miracolosamente risparmiato la gara organizzata dalla Scuderia Aspromonte. Nonostante le premesse non fossero delle migliori, il presidente Lello Pirino è riuscito comunque a raggruppare ai nastri di partenza circa 45 piloti e le canoniche 3 manche di gara si sono svolte senza alcun intoppo.
Al primo premio assoluto, su iniziativa dell’Amministrazione Comunale di Campo Calabro, è stato abbinato il 1° Trofeo dei Forti Umbertini. Al termine della gara il miglior tempo è stato registrato dal giovanissimo pilota reggino Antonino Branca su Gloria B5-Suzuki, il quale è riuscito a mettersi alle spalle in queta occasione l’altro astro nascente del motorismo reggino, Gaetano Rechichi su Elia Avrio St12-Suzuki. Terzo agli scacchi si è piazzato il portacolori della Scuderia Aspromonte Carmelo Scaramozzino, che ha preceduto lo scillese volante Gaetano Piria. Clamoroso, inoltre, è stato il 6° posto assoluto di un altro driver in quota Aspromonte, il giovane Antonino Germanò, che ha sbaragliato la concorrenza sia nella sua classe che nel suo gruppo con la sua Peugeot 106. Vittorie di classe anche per gli altri driver della scuderia organizzatrice: Giorgio Corsaro su Gulli SixtySeven, Fabrizio Fallanca su Opel Corsa, Arcangelo Madaffari su Volkswagen Beetle, Alessio Violante, al debutto assoluto nelle competizioni su Fiat 127, Giuseppe Gangemi su Peugeot 106, Demetrio Frascati su Peugeot 206, Felice Mangone su Renault 5 e Giovanni Puntorieri su Peugeot 206, mentre la sorella Michela si è imposta ancora una volta nella classifica femminile.
Al termine della gara la premiazione si è svolta, alla presenza del Sindaco Sandro Repaci, del consigliere delegato all’organizzazione Giuseppe Chirico, del consigliere Nino Scarpelli, del Vice Sindaco Alberto Idone e del presidente del Consiglio Comunale Francesco Agostino, presso Forte Batteria Siacci, la più imponente delle fortificazioni umbertine di Campo Calabro ,luogo di elevatissima importanza storica, culturale e paesaggistica di recente acquisito al demanio comunale ed oggetto di un percorso di riqualificazione e valorizzazione.