Faggioli Con record in gara 1 ad Erice

Questo articolo è anche in formato audio

Il fiorentino sulla Norma M20 FC è Campione Italiano E2SC. Secondo Merli su Osella FA 30 staccato di 1″67. Fotofinish per il terzo posto a favore del locale Francesco Conticelli su Osella FA 30, davanti d’un soffio a Caruso e Farris su PA 2000

Simone Faggioli su Norma M20 FC Zyteh ha firmato il record della Monte Erice in 2’49″68. Il fiorentino della Best Lap ha vinto gara 1 e si è matematicamente aggiudicato il tiolo di gruppo E2SC. 

Con un gap di 1″67 il trentino Christian Merli ha chiuso al 2° posto ed al comando di E2SS sull’Osella FA 30 EVO Zytek LRM. Un pò di rammarico per il tenace driver della Vimotorsport che ha come sempre dato il massimo ma forse gli è mancata l’ottimale motricità.

Terza piazza al fotofinish pèer Francesco Conticellli su Osella FA 30 che ha sopravanzato di pochi centesimi di secondo il sempre aggressivo Luca Caruso e il tenace sardo Sergio Farris, entrambi su Osella PA 2000.

A ridosso del podio un soddisfatto trentino Diego Degasperi, gratificato dalla prestazione sulla FA 30. 

Domenico Scola è rientrato e subito ha firmato il primato tra le Sportscar Motori Moto sula Osella PA 21 Jrb Suzuki, con il 7° tempo assoluto, mentre Achille Lombardi vede il titolo sulla PA 21 Jrb BMW con cui ha realizzato il 10° tempo, appena alle spalle di Sebastiano Castellano e Vincenzo Conticelli.

Anche Rosario Iaquinta vede da vicino il tiolo di gruppo CN con il successo sulla Osella PA 21 EVO e l’11° tempo assoluto.

Ottima prova di Lucio Peruggini che ha dominato il gruppo GT sulla Lamborghini Huracan GT3 con cui ha firmato il record di categoria in 3’16″29.

Affondo deciso e titolo tricolore per Marco Gramenzi su Alfa 4C MG 01 Furore Zytek in gruppo E2SH, il neo campione teramano ha lamentato qulche problema meccanicoche spera di risolvere prima di gara 2.

Angelo Guzzetta si è imposto in gruppo E1 con la Peugeot 106 con cui ha preceduto di soli 74 centesimi il giovane Andrea Palazzo su Peugeot 308 e il leader Giuseppe Aragona su MINI, rallentato da una toccata. Ottimo 4° di gruppo il nisseno Domenico Gaetano Budano che sulla Peugeot 205 nella gara di casa può alzare la Coppa di Classe 1.4.

Successo di Riccardo Arceri in gruppo A, il palermitano sulla Renault Clio Super 1600 ha accumulato punti preziosi.

In gruppo N qualche noia tecnica non ha permesso al leader Antoniono MIgliuolo di  poter attaccare a fondo al volante della Mitisubishi Lancer ed ha ceduto il passo per 24 cenetesimi al padrone di casa Mauro Cacioppo, anche lui su Mitsubishi con cui ha portato l’affondo.

VitoTagliente è Campione Italiano di Gruppo Racing Start Plus, il pugliese di Martina Franca ha firmato il successo sula Peugeot 308 con cui ha preceduto d 1,5 secondi GIacmo Liuzzi tornato sulla MINI.

Racing Start con successo di Denny Zardo su Peugeot 308 che ha preceduto Angelo Marino su MINI, poi Scappa su MINI Turbodiesel e primo di RS.

Tra le BIcilindriche il catanese Andrea Currenti ha scavato un solco con la sua Fiat 500 e si è aggiudicato successo in gara 1 e titolo tricolore.