I piloti Vimotorsport al Trofeo Luigi Fagioli

Sui 4,150 chilometri che da Gubbio portano al valico della Madonna della Cima prenderà il via, questo fine settimana, l’edizione numero cinquantaquattro del Trofeo Luigi Fagioli.
La prestigiosa cronoscalata umbra, valida per il Campionato Italiano Velocità Montagna e per il Trofeo Italiano Velocità in Montagna Nord e Sud, vedrà Vimotorsport schierare allo start sette piloti con l’obiettivo di recitare un ruolo di prim’ordine nelle varie classi di appartenenza.
Dopo il secondo posto assoluto di Saint Ursanne, Christian Merli rientra nel tricolore dove, al volante dell’Osella FA30 Zytek LRM ufficiale, andrà a caccia di un’affermazione positiva, ma soprattutto di punti importanti in ottica campionato.
Tra le vetture prototipo a motore motociclistico troviamo il lucano Achille Lombardi con l’Osella PA21 JRB motorizzata BMW che cercherà di sopravanzare il diretto avversario nella classifica riservata alle Sportscars Motori Moto oltre a puntare alla vittoria della classe E2-SC 1000 dove dovrà “fare i conti” con l’arrembante trentino Filippo Golin che ritrova l’Osella PA21 JRB del Team di Merli.
Paolo Venturi, sempre alla guida della sua Elia Avrio ST09 EVO di gruppo E2-SC 1400, punterà a confermarsi nella categoria di appartenenza mentre, affronterà la cronoscalata eugubina al volante dell’Osella PA 21S di classe E2-SC 2000 il trevigiano Renato Sartoretto.
Protagonista certo della E1 1600 sarà il torinese Giovanni Regis il quale promette di dare battaglia con la “piccola”, ma veloce Peugeot 106 preparata da Ciarcelluti. Per il gruppo Racing Start Plus i riflettori saranno invece puntati sul padovano Adriano Pilotto e la sua Honda Civic Type R di classe 2000.

X