Il sigillo di Zandonà allo Slalom Sette Tornanti

Questo articolo è anche in formato audio

Lo scaligero regala a Funny Team il successo sul tracciato che ricalca parte della blasonata Trento – Bondone, unito al doppio podio di Quintarelli e di Grobberio.

Abano Terme (PD), 25 Agosto 2021 – Un’altra perla collezionata da Funny Team, lo scorso fine settimana in quel dello Slalom Sette Tornanti, grazie ad un Enrico Zandonà in grande spolvero, al volante della Wolf Thunder GB08, e sempre più al comando di un Trofeo Veneto Trentino + che potrebbe presto essere inserito nella bacheca della scuderia di Abano Terme.

All’appuntamento trentino, disputato su parte della celebre Cronoscalata Trento – Bondone, il pilota di Verona non partiva da favorito ma, sovvertendo ogni pronostico, si portava al comando delle operazioni al termine di gara 2 e manteneva la testa della generale sino al traguardo.

Ad arricchire il bottino scaligero anche il successo nel gruppo E2SS ed in classe E2-SS1600.

Avevamo provato una nuova soluzione di setup nelle prove” – racconta Zandonà – “ma non mi sono trovato a mio agio ed infatti, già in gara 1, siamo tornati alla versione precedente. Da quel momento abbiamo cercato di migliorare, pur montando gomme usate ma consapevoli di avere un set nuovo pronto da utilizzare, a patto che ci fossero le condizioni per farlo. Dopo una gara 1 abbastanza scivolosa siamo passati alle gomme nuove ed infatti, in gara 2, abbiamo ottenuto il miglior risultato. Nell’ultima salita non sono riuscito a ripetere la prestazione ma, con il secondo ottenuto, è arrivata una bella vittoria. Non è stato facile perchè la mia vettura è sempre quella più svantaggiata. È molto più lunga e larga rispetto alla concorrenza oltre che pagare in termini di cavalleria. Questa gara è prettamente adatta a motori con coppia elevata quindi la vittoria ottenuta ha ancora un valore maggiore. Con questo successo abbiamo allungato in campionato e ci auguriamo di confermare la leadership al prossimo Città di Este, penultima di campionato. Grazie di cuore a tutto il team ed a tutti i partners che mi sostengono per questa stagione.”

All’assoluta firmata da Zandonà si sono aggiunti altri due podi, portando la provincia di Verona ad essere protagonista principale del fine settimana per il sodalizio patavino.

Secondo posto di classe S3, per poco meno di cinque lunghezze, e buon ventiquattresimo nella classifica generale per un Franco Quintarelli penalizzato da alcune noie di natura tecnica.

Il pilota di Negrar, alla guida di una Fiat 127, lamentava problemi elettrici nel corso di tutte e tre le manche di gara, parzialmente risolti, rimandando al prossimo Città di Este un pronto riscatto.

Vittoria in solitaria, in classe N1400, nonché ottavo assoluto nella generale di produzione per un Jacopo Grobberio dimostratosi insoddisfatto della propria prestazione in terra trentina.

Il pilota di Verona, alla guida di una sempreverde Peugeot 106 Rallye di gruppo N, puntava ad abbassare il primato personale, dell’edizione 2018, senza però riuscire nel proprio intento.

Complimenti a Zandonà” – racconta Zoccarato (presidente Funny Team) – “perchè in una gara dove non risultava essere il favorito ha vinto gara 2 ed ha chiuso secondo, a poco dal primo, nelle altre due. Sta andando davvero forte nel Trofeo Veneto Trentino + e ci auguriamo che possa continuare così. Peccato per i problemi che hanno rallentato Quintarelli e Grobberio ma la stagione è ancora lunga e ci saranno molte altre occasioni, da qui a fine anno, per rifarsi.”