“La Coppa Nissena ha un tracciato estremo” parola di Faggioli

Il pluricampione fiorentino si prepara all11° round di Campionato Italiano Velocità Montagna sul percorso che lo vide esordiente nel 1997. “Una gara dove ho tanti bei ricordi”

Si prepara ad affrontare la 65^ Coppa Nissena Simone Faggioli il fiorentino della Best Lap che sarà ai nastri di partenza con la Norma M20 FC Zytek ufficiale, con cui ha appena vinto il suo 11° titolo europeo, quello 2019 in ex aequo con Christian Merli, anche lui al via della gara orgaizzata dall’Autmobile Club Caltanissetta.

Dopo il brillante successo ad Erice, dove ha tirrato una volata con record, Faggioli arriva a Caltanissetta da leader di CIVM.

Faggioli torna alla Coppa Nissena da dove mancava dal 2014, il 12 voltre tricolore ricorda che il tracciato siciliano lo vide esordiente su Renault 5 GT Turbo nel 1997. -“Qui tutto ebbe inizio”-.

Tanti sono i ricordi che lo legano affettivamente alla corsa dell’AC nisseno, nata nel 1922.

-“E’ una gara veloce ed altamente tecnica, il tracciato è molto estremo – spiega Faggioli che confida sulle prestazioni delle coperture ufficiali Pirelli – qui ho esordito e sono legato affettivaente conquesta gara, a partire dal mio rapporto amichevole con il già Direttore di Gara Claudio Dimaria. Partecipo sempre molto volentieri alla Coppa Nissena e sarà un piacevole ritorno. Certamente devo rivedere i riferimenti con la versione aggiornata della mia biposto e sarà necessari trovare il miglior set up per favorire il lavoro della Pirelli, di cui sceglieremo la mescola per la gara dopo le prove”-.

X