La Santo Stefano Gambarie manterrà il titolo

Questo articolo è anche in formato audio

La cronoscalata fra Santo Stefano e Gambarie, inserita nel calendario ufficiale Aci Sport del Trofeo Italiano Velocità Montagna, conserverà il titolo acquisito dopo l’edizione del 2019 e sarà tappa del Tivm nella prossima stagione 2021.
La decisione di non effettuare la gara del 5 luglio prossimo, si è definitivamente conclamata dopo un confronto avvenuto mercoledì 20 maggio nella sede dell’AC reggino, fra il Consiglio Direttivo dell’ente, il sindaco di Santo Stefano d’Aspromonte Francesco Malara e Scuderia Aspromonte, Mora Racing e Piloti per Passione.
L’eccezionale complessità normativa afferente alla contingente pandemia da Covid19, che ha investito tutto il mondo dello sport, avrebbe infatti richiesto l’applicazione di un protocollo sanitario talmente stringente, da impedire l’organizzazione di un evento di così ampia portata.
Alla luce di queste oggettive valutazioni e della sopraggiunta comunicazione della Giunta Sportiva di Aci Sport del 20 maggio, che ha stabilito che le gare valide per il Civm ed il Tivm che non potranno effettuarsi nel corso del 2020, manterranno intatto il titolo sportivo acquisito, si è convenuto fra le parti che sia preferibile destinare gli sforzi alla prossima edizione. La Santo Stefano-Gambarie del 2021 infatti, come rappresentato dal Presidente dell’AC reggino Giuseppe Martorano, sarà l’evento clou della serie di iniziative allo studio per festeggiare i 95 anni dell’Ente reggino.
Nel corso del suddetto incontro, l’Automobile Club di Reggio Calabria ha inoltre manifestato ai rappresentanti delle scuderie intervenute, come doveroso segno di attenzione verso l’attività sportiva del territorio, la disponibilità a collaborare per l’organizzazione di una gara cittadina nei prossimi mesi, se le condizioni sanitarie e normative lo permetteranno.
In configurazione 2021, il Presidente dell’AC di Reggio Calabria Giuseppe Martorano, ha altresì espresso il proprio impegno per una maggiore sinergia con gli ACI provinciali e con le scuderie organizzatrici di Calabria e Sicilia, proteso alla definizione di una proposta di un calendario agonistico, che ottimizzi le necessità delle gare di questi territori.

Il Presidente
                                   Giuseppe Martorano