Lo hanno detto dopo le prove al Chianti

Questo articolo è anche in formato audio

Alcune dichiarazioni durante le ricognizioni della gara senese

Alcune dichiarazioni dei protagonisti della viglia della 41^ Coppa del Chianti Classico – Uberto Bonucci:

Stefano Peroni (Martini MK32 BMW): Ottime prove la macchina tiene e i dati che abbiamo sono buoni. Papà Giuliano sta rivedendo alcune cose dopo un intervento sul motore risolto solo venerdì sera.

Giuliano Peroni: Osella PA 8 BMW: Buone le prove soltanto che a tratti ho sentito i motore un pò troppo “grasso”.

Filippo Caliceti (Osella PA 9/90 BMW): Per me sarà la seconda gara in salita e la prima volta al Chianti, occorre imparare in fretta. La vettura Ok èla macchina di mio padre con livrea diversa.

Piero Lottini (Osella SN): Devo abituarmi alla macchina che da tanto ma ovviamente non è la PA 9/90mdi classe regina, però da belle gratificazioni. Per esempio la pedaliera è spostata rispetto alla mi abituale 9/90 e devo abituarmi.

Massimiliano Boldrini (Olmas SN): siamo pronti per la gara, in prova abbiamo montato gomme vecchie e non ho osato nulla.

Emanuele Aralla (Dallara F390 Alfa Romeo): In prova la macchina ha scivolato molto, ma cambieremo qualcosa all’assetto solo se in gara il fondo sarà asciutto.

Matteo Aralla (Reynard 903 F3 Alfa Romeo): Tutto Ok la vettura è a posto ed anche il set up.

Giampiero Olivieri (Alfasud Sprint): purtroppo su un dosso ho sfilato la marmitta, risolveremo in tempi brevi.

Giuseppe Gallusi (Porsche 911): la vettura salta molto soprattutto sul posteriore, occorre cambiare qualche particolare di set up.

Natale Mannino (Porsche 911): Otima macchina, devo un pò abituarmi ma c’è tanto potenziale, prove ok.

Pippo Savoca (BMW 635): Dopo Bologna ho ripreso un buon ritmo sto provando diverse mescole di gomme.

Amerigo Bigliazzi (Alfetta GTV): Noie all’anyteriore sinistro

Giuliano Palmieri (De Tomaso Pantera): Ho provato dei riferimenti, la macchina va bene e non ho avuto grosse difficoltà di aderenza.

Francesco Branciforti (Porsche Carrera RS): fondo molto scivoloso ho avuto difficoltà a controllare l’auto.

Idelbrando Motti (Porsche 911): la scivolosità del tracciato mette alla prova i piloti e le regolazioni d’assetto.

Matteo Adragna (Porsche Carrera): La vettura va molto bene speriamo che si gommi il fondo.

Leonardo Granai (Alfasud Sprint): Purtroppo ho cambiato la marmitta ma occorre adeguare le regoalzioni del motore che spesso andava a tre cilindri. 

Daniele Di Fazio (NSU TT): Occorre rivedere le presioni degli pneumatici per ottimizzare il set up.

Giuseppe Di Fazio (NSU TT): si è accesa una spia probabilmente nulla di grave perchè tutto sembra a posto ma dobbiamo controllare.

Ruggero Riva (Alfa GTAM): Tutto ok a aperte problemi d’aderenza, poi da controllare un sensore.

Angelo De Angelis (Nerus Silhouette): Tutto bene sperimao in una gara proficua.

Antonio Di Fazio (NSU Brixner): Dobbiamo lavorare sull’assetto per avere maggiore aderenza.

Alessandro Rinolfi (Morris MINI Cooper S): La macchina risponde bene, non sono convinto del tempo realizzato, anche se ho commesso un’imperfezione ed ho sbagliato una marcia.