Marcello Bisogno, sotto la pioggia, vince la seconda manche dello Slalom Monte Conrdò

Fuori classifica e lontani dalle posizioni che contano tutti i big in gara a causa della pioggia, la seconda manche della competizione calabrese valida per il Campionato Italiano Slalom vede al comando Marcello Bisogno su Fiat 127 davanti ad Antonino Branca su Formula Gloria. Gradino più basso del podio per Michele Poma su Radical.

Annunciata e temuta, alla fine (e non era ancora cominciata la seconda manche) la pioggia, fine ma fastidiosa, ha fatto il suo ingresso sul palcoscenico dello Slalom Monte Condrò sconvolto piani e classifiche. La seconda manche, quindi, vede salire salire sul gradino più alto del podio Marcello Bisogno, su Fiat 127, il più veloce tra le vetture del Gruppo Speciale Slalom che chiude i 2520 metri a cronometro del percorso di gara nel tempo di 2’16” e 15, undici centesimi più veloce di Antonino Branca, primo tra le E2 SS al volante di una Formula Gloria Suzuki. Gradino più basso del podio con il miglior riscontro cronometrico tra le E2 SC per Michele Poma che totalizza 139,88 punti su Radical SR4 Suzuki. Domenico Gangemi, su Fiat 127, sigla il quarto tempo e taglia il traguardo con la sua Fiat 127 primo in Gruppo E1 Italia. Lo inseguono, primi nei rispettivi gruppi A e N, Paolo Battiato e Benedetto Guarino, entrambi al volante di una Peugeot 106 Rallye. La stessa vettura con cui Ignazio Bonavires e Antonino Germanò occupano, nell’ordine, la settima e l’ottava posizione e i gradini più bassi del podio di Gruppo N. Fabio Battiato, su A112 Abarth è nono; chiude la top ten della seconda manche dello Slalom Monte Condrò Domenico Calluso, al via sull’ennesima Peugeot 106 in Gruppo N.

X