Mario Messina: “Le Salite? Un mondo che non mi appartiene per il mio modo di essere.”

Tramite una chiacchierata privata con Mario Messina, non ci ha nascosto l’amarezza nella sua passione per le corse. Un’amarezza che deriva, da fattori negativi che stanno portando a regredire un bellissimo sport come la velocità in Salita. Da quasi 50 anni nel motorsport, l’ex pilota Siciliano rimarrà sulle gare ma “dietro le quinte”, per cercare di far sentire la sua voce nelle cose errate che si stanno sviluppando con il tempo.

Racconta Mario Messina: “Avrò tanto difetti e forse spesso non sono visto di buon occhio, perché sono uno che dice le cose come stanno, rispetto a tanti altri che magari non ci mettono la faccia per paura o timore di non essere visti bene agli occhi degli altri. Per come sono stato educato ed abituato, io non sono uno che scende a compromessi anzi, sono amante della verità e della correttezza. Il mio stato d’animo è cambiato verso le corse da quando sto notando che alcuni fattori in salita non funzionano da anni. Anche se sarò meno presente, io mi batterò sempre per le cose giuste, visto che più passa il tempo e più questo sport sta andando in un vicolo cieco, lontano dai valori che conosco.”

Mario Messina poi continua: “Quindi ho deciso di lasciare la Scuderia Speed Motor che ringrazio, dove ho collaborato fino ad ora in amicizia, ma non lascio per motivi legati alla scuderia, ci tengo a precisare questo. Con la Scuderia e con le persone all’interno c’è sempre stato un rapporto cristallino e limpido e per questo ringrazio il Presidente Brunetti e tutte le persone che hanno collaborato con il sottoscritto. Ma per mettermi in moto e combattere le ingiustizie, preferisco camminare con le mie gambe senza dover pregiudicare determinate realtà. Viva le Salite, quelle vere e di un tempo, fatte di UOMINI.”

X