Michele Puglisi vince la seconda manche del Trofeo Vulture Melfese

Questo articolo è anche in formato audio

Il giovane catanese, Campione Italiano Slalom Under 23 in carica, mette la sua firma sulla seconda salita valida per la vittoria finale della competizione ch apre il campionato 2020. Dietro la sua Radical SR4, la Osella PA 9/90 di Fabio Emanuele. Terza piazza per Carmelo Coviello, il beniamino di casa, su Osella PA 21 Viktor Suzuki.

Image

Lotta serrata sulle strade del Vulture Melfese per la conquista della vittoria nella competizione che apre il Campionato Italiano Slalom 2020. La seconda manche di gara, infatti, vede passere in testa alla classifica provvisoria il giovane Michele Puglisi, il più veloce di tutti al volante della sua Radical SR4 Suzuki con il tempo di 2’34” e 13 centesimi. Più veloce, per soli 86 centesimi, di Fabio Emanuele, Campione Italiano Slalom in carica al via della competizione su una Osella PA 9/90 motorizzata Alfa Romeo e, come Puglisi, protagonista fino a questo momento di una prestazione in netto crescendo. Terzo tempo per Carmelo Coviello, il vincitore della prima manche che, su Osella PA 21 Viktor Suzuki, taglia il traguardo dei 3700 metri fermando il cronometro sul tempo di 2’35” e 62 centesimi. Salvatore Giametta, quarto assoluto, conferma la sua leadership in Gruppo E2 SS su Formula Gloria B4. Dietro di lui, quinta posizione per Luigi Vinaccia su Osella PA 9/90 Honda seguito da Alberto Scarafone al volante di una Formula Gloria C8. Ottima la prestazione di Valerio Magliano che, su Peugeot 106, mantiene la testa del Gruppo E1 Italia siglando il settimo tempo assoluto di manche. Lo seguono Giuseppe Bocchetta, nuovamente ottavo assoluto su Ford Ka Gruppo E2 SH e un sorprendente Agostino Fallara, il più veloce tra le Gruppo Speciale Slalom, su Fiat 127. Attilio di Gioia, su Fiat 126 Proto, chiude la top ten della seconda manche del Trofeo Vulture Melfese-Città di Melfi e Rapolla. Nel combattutissimo e numeroso Gruppo N, Mario Staiano, su Citroën Saxo Vts, scalza dal vertice della classifica provvisoria Gennaro Ruocco, il vincitore della prima manche su Peugeot 106. La stessa vettura con cui Felice Rosa piazza il miglior crono tra le Gruppo A al termine delle seconda salita. Tra le Racing Start, vittoria di manche per Roberto Cioffi su Renault Clio RS. Tutto è pronto per la terza e ultima salita del programma: ultima occasione per scrivere il proprio nome sull’albo d’oro della competizione.