Pronti alla 2^Manche di prove ad Erice

Questo articolo è anche in formato audio

Prima salita di ricognizione con fondo scivoloso ed umido ha dato pochi riferimenti ai concorrenti

Conclusa la prima manche di ricognizioni alla 62^ Monte erice. I concorrenti hanno percorso il 5.730 metri da Valderice ad Erice vetta con condizioni di fondo mutevoli. Dall’asciutto dopo lo start fino all’umido presente dopo metà percorso. Pochi dati raccolti, utili ai riferimenti di guida ma meno alle regolazioni.

Miglior riscontro per Simone Faggioli su Norma M20 FC in 3’05″48. Poi Merli su Osela FA 30 e Luca Caruso tornato nel tricolore al volante della Osella PA 2000, che hanno preceduto Francesco Conticelli su Osella, Giammetta su Gloria e Fazzino su Osella turbo. Non partito Cubeda che ha accusato problemi fisici.