Rimandata la Rieti – Terminillo. De Sanctis: “Decisione dolorosa”

Questo articolo è anche in formato audio

Da oltre cinquant’anni la Rieti – Terminillo rappresenta un’importante occasione di rilancio dello sport automobilistico, ma anche di promozione turistica del territorio, con positivi effetti dell’indotto commerciale della città.

La manifestazione, inizialmente in programma il 17 e 18 luglio, quest’anno non si svolgerà.

La sofferta decisione è arrivata a seguito dell’ultima riunione del Consiglio Direttivo dell’Automobile Club di Rieti, nella quale è stata analizzata la situazione, grave e straordinaria del territorio della provincia di Rieti, colpito duramente da un lungo fenomeno alluvionale, con conseguenze che si sono aggiunte all’emergenza epidemiologica in corso.

“È stata una decisione dolorosa – spiega l’Avvocato Innocenzo de Sanctis, che da più di quarant’anni rappresenta l’Automobile Club di Rieti – Tutto questo ha comportato la necessità di destinare benefici economici esclusivamente alle aziende danneggiate dalla sciagura e alle famiglie dei lavoratori impiegati nel settore agroalimentare, privati del lavoro. L’alluvione ha devastato i territori, dedicati alla produzione agricola, comportando l’inagibilità delle abitazioni e la distruzione di centinaia di ettari di raccolto, che rappresentano un’importante voce della bilancia commerciale dell’economia locale. Siamo consapevoli che la prioritaria necessità è quella di destinare le risorse economiche a favore dei territori e della popolazione così duramente coinvolta dal disastro ambientale”.

Con grande rammarico dunque il Consiglio Direttivo dell’Automobile Club di Rieti ha deliberato di sospendere l’organizzazione della 57° Rieti Terminillo – 55° Coppa Carotti, valida per il Titolo federale di Campionato Italiano Velocità in Salita, che manterrà comunque il Titolo di Campionato Italiano Aci Sport, anche per la stagione agonistica 2022.

A seguito dell’ultima riunione del Consiglio Direttivo, De Sanctis ha inoltrato la richiesta a Marco Ferrari, Dirigente Centrale della Direzione per lo Sport Automobilistico di ACI e a Marco Rogano di Acisport sottolineando le peculiarità della situazione reatina.  Tale richiesta ha trovato il pieno accoglimento da parte della Giunta Sportiva dell’Automobile Club d’Italia.

“Faremo di tutto – ha concluso de Sanctis – Per dare vita nel 2022, grazie al contributo degli amici della Coppa Carotti, ad una manifestazione di grandissimo rilievo che ci possa consentire di pensare all’Europeo”.