Risultati invidiabili per la scuderia RO racing nel fine settimana

Questo articolo è anche in formato audio

Per i colori della scuderia RO racing è stato un fine settimana davvero invidiabile con ottimi risultati giunti dai campi di gara. Natale Mannino, alla Coppa della Consuma, è giunto secondo di Raggruppamento, Rosario Montalbano è salito sul secondo gradino del podio dello Challenge Ford in pista e allo Slalom di Sant’Angelo Muxaro sono stati tanti a imporsi nella propria categoria. Unico rammarico il ritiro, per noie meccaniche, di Elia Bossalini e Hars Ratnayake al Rally delle Vallate Aretine.

Un altro fine settimana punteggiato da molteplici risultati, su diversi campi di gara, per i portacolori della scuderia RO racing. Il sodalizio siciliano riesce costantemente a lasciare il proprio segno nelle gare che si corrono sia oltre stretto sia in Terra di Trinacria.

In Toscana, alla cinquantacinquesima edizione della Coppa della Consuma, valevole per il Civsa, Campionato italiano velocità in salita auto storiche, Natale Mannino, al rientro dopo la convalescenza dovuta all’infortunio nel pre-gara della Lago-Montefiascone, ha subito fatto vedere il suo valore giungendo, con la sua Porsche 911 RSR seguita dal preparatore Guagliardo, al secondo posto del Secondo Raggruppamento. Il palermitano, grazie al risultato, è in recupero nei confronti degli altri pretendenti al campionato.

Purtroppo non sono riuscito a centrare la vittoria – ha detto Natale Mannino – ma per me è come aver vinto perché, dopo meno di due mesi dal gravissimo incidente stradale, sono tornato a gareggiare. La nuova RSR preparata da Mimmo Guagliardo è davvero straordinaria”.

Non è andato come doveva il rientro nei rally per Elia Bossalini, al via con Hars Ratnayake al Rally delle Vallate Aretine, valevole per il Ciras, Campionato italiano rally auto storiche. I due, dopo aver fatto registrare, con la loro Porsche 911 del Secondo Raggruppamento, tempi di valore assoluto, hanno dovuto alzare bandiera bianca perché traditi da un problema al corpo farfallato della loro vettura tedesca.

Secondo posto nello Challenge Ford “Altanus Cup” per Rosario Montalbano. Il direttore sportivo della scuderia, all’Autodromo internazionale di Napoli, ha offerto, a bordo della Ford Ka in configurazione trofeo, una nuova prestazione esaltante, valsa il secondo posto in classifica generale con tanto di record sul giro.

In Sicilia allo Slalom di Sant’Angelo Muxaro valevole per la Coppa Acisport la scuderia padrona di casa si è comportata egregiamente: Ivan Brusca, su Peugeot 106 A6, è giunto primo di Gruppo A e primo di classe, Gaspare Gennaro, su Fiat 500 700cc del Gruppo speciale, ha vinto la classe, Filippo Francaviglia, su Peugeot 106 A5, ha vinto la classe, Gino Giordano, su Renault Clio RS racing start plus, ha vinto la classe, Giuseppe Imparato, su Peugeot 106 E1 1600, ha vinto la classe, Salvatore Parisi, su Fiat Uno turbo storica, ha vinto tra le Autostoriche, Giuseppe Montana, su Citroën Saxo A6, ha concluso al sesto posto di classe, Giuseppe Gennaro, su Fiat 125 700cc del Gruppo speciale, ha concluso al terzo posto di classe, Sabatino Pagnozzi, su Renault Clio Rs N3, ha conquistato il terzo posto di classe, Alessandro Centinaro su Renault Clio RS N3, è giunto al quarto posto di classe, Carmelo Arcuri, su Renault Clio RS A7, ha centrato il secondo posto di classe, Giuseppe Cacciatore, su Peugeot 208 A6, è giunto al secondo posto di Gruppo A e di classe, Gaetano Lo Presti, su Peugeot 205 del Gruppo Speciale 1600, è giunto al secondo posto di classe, Calogero Bono, su Fiat Cinquecento Giannini 700 storico, ha concluso al secondo posto tra le storiche, Stefano Calleia, su Peugeot 106 A6, è giunto terzo di classe, Nino Bonino, su Peugeot 106 racing start 1600, è giunto al terzo posto di classe, Bernardo Buggemi, su A 112 attività di base, ha concluso al terzo posto di classe, Salvatore Francaviglia, su Opel Corsa Rs Plus, ha concluso al terzo posto di classe, Giuseppe Bosciglio, su Fiat 500 P1, ha concluso al terzo posto di classe, Danilo Puleo, su Peugeot 106 N 1400, ha portato a casa il secondo posto di classe e Gero Rizzuto, su Peugeot 106 N 2, ha concluso al quarto posto di classe.