Sfide inedite alla 1° Linguaglossa – Piano Provenzana

Questo articolo è anche in formato audio

Pubblicato l’elenco iscritti della gara che si disputerà  il 28 e 29 Agosto sul versante nord dell’Etna.

Nomi importanti che ottimizzeranno le loro vetture  in vista dell’ultima parte di stagione su un percorso tutto da scoprire. Fra I protagonisti Samuele Cassibba con delle novità sulla Osella e Ciro Barbaccia nelle “storiche” con la rientrante Stenger

Linguaglossa(CT), 26 agosto. Tutto è pronto per l’esordio della cronoscalata Linguaglossa – Piano Provenzana, Etna Nord, Trofeo Ciccio Giuffrida, organizzata dall’Associazione nissena Passione e Sport, facente capo a Michele Vecchio.

Il ritorno della manifestazione, che ebbe lustro negli anni 80, è di per sé una bella notizia e la prima edizione di questo nuovo ciclo vuole essere a tutti gli effetti un collaudo per tutti coloro che si sono impegnati con grande passione a farla ripartire. In primo luogo per gli organizzatori che hanno fatto squadra con le istituzioni locali e hanno individuato attorno al meraviglioso tracciato tutti gli spazi necessari: dalla direzione gara che insieme al centro accrediti e alla premiazione saranno adibiti presso il Comune di Linguaglossa, nonché il paddock antistante la partenza e il parco chiuso posto a 1400 mt di altitudine.

Sarà un “collaudo” pure per molti  piloti che si troveranno a competere su un tracciato inedito. In particolare arrivano dal Campionato Italiano Samuele Cassibba con la Osella equipaggiata con il 1000cc Suzuki e dal Tricolore Auto Storiche Ciro Barbaccia con la Stenger di 2500cc Bmw. Entrambi sono presenti per testare le vetture in vista dell’ultima parte di stagione. Il giovane ragusano proverà infatti un pacchetto di  modifiche prima di rilanciarsi nel CIVM che lo vede attualmente in testa fra le Sportcar con motore moto, mentre il pilota e preparatore palermitano ha colto l’occasione di guidare personalmente la vettura che nel CIVAS utilizza abitualmente Totò Riolo, dopo l’arresto di fine maggio al Trofeo Scarfiotti. Adesso la Stenger è pronta e sarà il suo proprietario a testarla sull’Etna.

Fra gli altri protagonisti del gruppo E2SC con l’Osella 1400 ci sarà anche il portacolori palermitano della CST Sport Antonino Rotolo, reduce dalla trasferta di CIVM a Luzzi, mentre tra le monoposto di gruppo E2SS si schiera al via il presidente della Giarre Corse Orazio Maccarrone su Gloria Cp7 1600.

Con le estreme vetture del gruppo Silhouette, tutte a propulsione motociclistica, spiccano i nomi di Salvatore Lo Re, scalatore e slalomista con la Fiat 126 di 1150cc della Catania Corse e di Arcangelo Maddaffari al volante della spettacolare VW Beetle Turbo con le insegne della Scuderia Aspromonte.

In Gruppo E1 attesissimo il beniamino di casa Rosario Alessi con la sua Peugeot 106 di classe 1600 anche lui protagonista del CIVM e inoltre Maurizio Anzalone del Motor Team Nisseno con la Renault Clio 2000.

Per quanto riguarda le vetture di Produzione al via, risaltano in Prod S. Santo Marletta con la Renault Clio 2000 e in Prod.E  l’esperto agrigentino di Sciacca Calogero Damanti con la Ford Fiesta 1600.

Numerose anche le vetture di gruppo Racing Start e RS Plus dove la sfida è fra tanti piloti catanesi.

Tornando alle Autostoriche, oltre al già citato Barbaccia al via in quarto raggruppamento, ci saranno fra gli altri: in terzo raggruppamento l’etneo Giambattista Motta, sempre protagonista con la Fiat 128 e nel secondo dalla provincia di Catania Nicola Scaccianoce con la Porsche 911 ST e il palermitano Vincenzo Barone, ormai trapiantato a Catania, anche lui su Fiat 128.

Domani le operazioni preliminari di accredito sono in programma presso la sede del Comune di Linguaglossa a partire dalle ore 10.00 .  Sabato le due manche di ricognizione prenderanno il via alle 9.30 come le due gare che decreteranno il primo vincitore della Linguaglossa – Piano Provenzana. Le premiazioni si svolgeranno negli spazi antistanti la sede del Comune di Linguaglossa alla presenza del padrone di casa, il Sindaco Salvatore Puglisi e di altri rappresentanti delle Istituzioni locali.