Slalom: Fabio Emanuele vince la 13^ “Favale – Castello”

Questo articolo è anche in formato audio

Pronostici confermati sul traguardo finale della 13^ edizione della “Favale – Castello” – trofeo “Danilo Mosca”, quinta prova del Campionato Italiano di Slalom in salita, disputata a Favale di Malvaro, in provincia di Genova, con l’organizzazione della locale scuderia Sport Favale 07, e successo squillante del molisano Fabio Emanuele, in lizza con l’Osella PA 9/90 Alfa Romeo. Il portacolori della Campobasso Corse si è imposto in tutte e tre le previste manche di gara e, in graduatoria finale, ha preceduto, nell’ordine, i giovani siciliani Michele Puglisi e Emanuele Schillace, entrambi in gara con la Radical SR4 Suzuki e con i colori della scuderia T.M. Racing, autori di buone prestazioni.

Nel trio di testa non compare l’atteso campano Salvatore Venanzio, anche lui con una Radical: il campione italiano in carica è andato ko nel corso della prima delle tre manche di gara per un’irrimediabile toccata. Quarta e quinta posizione finale per Michele Poma (Radical SR4 – Campobasso Corse) e il piemontese Daniele Patete (Fiat X1/9 – Scuderia Valpolcevera).

La “Favale – Castello”, con il suo coefficiente 1,5 da attribuire ai punteggi, ha rivoluzionato un po’ il vertice della graduatoria del Campionato Italiano Slalom. Emanuele Schillace conserva la leadership della serie ma Fabio Emanuele, con questo successo, si porta in seconda posizione davanti a Michele Puglisi e allo sfortunato Salvatore Venanzio, che perde due posti.

Hanno completato la “top ten” finale della gara, nell’ordine, il piemontese Luca Veldorale (A112), il più veloce dei 24 piloti messi in campo dal sodalizio organizzatore, il genovese Roberto Risso (L.R. 001 Suzuki), primo dei locali, Gianluca Ticci (Fiat X1/9 2000 – Sport Favale 07) ed i portacolori del Progetto Corsa Promo Sport Gianluca Miccio (Radical SR4) e Antonio Varricchione (Fiat 126 Suzuki).

Fuori dal podio per una manciata di secondi il genovese Gianluca Caserza (Peugeot 208 Gt – Lanterna Corse Rally Team), autore di un’ottima prova con cui si è imposto in Gruppo A. Negli altri raggruppamenti, successi per Maurizio Fazio (Suzuki Swift Sport – RS), Luca Fersini (Peugeot 106 Rallye – RSP), Alessandro Tortora (Renault Clio RS – N), Domenico Mascolo (Fiat 500 – BC), Paolo Bordo (Renault Clio RS – S), Luciano Torchio (Fiat Uno Turbo – E1), Luca Rabino (GMN – VST) oltre al già citato Patete (E2SH) e al vincitore Fabio Emanuele (E2SC).

Hanno concluso la gara 61 dei 66 piloti ammessi alla partenza. Tra gli Under 23 successo del già citato Michele Poma mentre, in campo femminile, si è imposta Jessica Scarafone (Citroën AX Gti). La Fiat X 1/9 di Giovanni Emilio Rizzi ha primeggiato tra le vetture storiche. La speciale graduatoria riservata alle scuderie, infine, ha visto prevalere la Sport Favale 07, sodalizio organizzatore della gara, su Progetto Corsa Promo Sport, Scuderia Valpolcevera e New Racing for Genova.