Soddisfacente la trasferta di Gubbio per la scuderia Vimotorsport

Un bottino a dir poco soddisfacente quello raccolto dai portacolori della scuderia Vimotorsport una volta terminato il cinquantacinquesimo Trofeo Luigi Fagioli, appuntamento valido per il Campionato Italiano Velocità Montagna andato in scena lungo i 4150 metri di tracciato che dal centro storico di Gubbio conducono a Madonna della Cima.

Il week-end umbro ha dato vita ad una sfida ricca di adrenalina che ha visto protagonista Christian Merli. Dopo esser risultato il più veloce nel corso delle prove del sabato, il trentino, in gara, ha dovuto dar fondo a tutto il potenziale della sua Osella FA30 Zytek LRM per contrastare gli attacchi dell’avversario e poter così salire sul gradino più alto del podio assoluto. A Merli va anche il successo di gruppo E2-SS e di classe 3000 dove puntava ad un risultato di rilievo anche il compagno di squadra Diego Degasperi. Pur faticando a trovare le giuste regolazioni all’avantreno soprattutto nella prima salita della domenica, il pilota dell’Osella FA30 Zytek è riuscito a transitare sotto la bandiera a scacchi in quarta posizione di classe e di gruppo ed a conquistare il quinto posto nella generale dopo un’accesa bagarre che lo vedeva in lotta per la terza piazza assoluta.
Grazie all’efficace messa a punto da parte del Team Puglia dell’Osella Pa21 JRB motorizzata BMW, il potentino Achille Lombardi, con un’autentica prova di forza in Gara 2, è entrato nella top ten chiudendo nono assoluto e si è imposto, oltre che nella graduatoria riservata ai prototipi con motore motociclistico, anche nella classe 1000 del gruppo E2-SC dove si è accaparrato la quarta piazza finale.
Al volante dell’Honda Civic Type-R, Adriano Pilotto si è reso autore di una performance che gli è valsa l’ottava posizione di gruppo Racing Start Plus e la quinta di classe 2000 mentre è una gara “double face” quella corsa dall’esperto Maurizio Iacoangeli; un problema alla frizione durante Gara 2 ha vanificato il grande risultato conquistato nella prima salita della mattina quando, con la per lui nuova BMW 320i, aveva ottenuto il nono posto di E1 Italia ed il secondo di classe 3000. Per il romano la trasferta si conclude con un poco appagante, ma pur sempre positivo, quarto posto di categoria.

Il sodalizio di Vittorio Veneto, grazie alle ottime prestazione dei suoi alfieri, si è imposto ancora una volta nella speciale classifica riservata alle scuderie centrando il secondo successo stagionale.

📷 Acisport