Sulla Selva di Fasano, via all’ultimo Slalom 2021

Questo articolo è anche in formato audio

Domani, 21 novembre, sfida per oltre 90 piloti al 7° Trofeo “Selva di Fasano”.  Start alle ore 9 con la ricognizione ufficiale, dalle 11 le tre manches di gara.

Scatta dal Canale di Pirro, alle ore 9 di domani, domenica 21 novembre, in salita verso la Selva di Fasano, su una delle strade di cronoscalata più note ed amate del motor sport di Puglia, il 7° Trofeo “Selva di Fasano”, appuntamento di chiusura della stagione ACI SPORT 2021 di slalom.

Sono 93 i piloti che hanno staccato il biglietto di partenza, provenienti da varie regioni d’Italia, per giocare fino all’ultimo birillo la sfida organizzata da Fasano Corse. Impossibile delineare pronostici, troppe le variabili in campo, e sarà la corsa, diretta dal lucano Carmine Capezzera, a scegliere i suoi vincitori.

Potrebbero partire con un leggero vantaggio i padroni di casa ed i conoscitori del percorso come Giacomo Liuzzi della scuderia Fasano Corse, a bordo di una Radical SR4 1400 motorizzata Suzuki, Francesco Savoia, su Kart Cross Vst 600 (Gretaracing Lucania) e, sulle rombanti bicilindriche, drivers veterani come Oronzo Montanaro (Fasano Corse) e Onofrio Zizza, entrambi su Fiat 500 700.

Con il numero 1, su Radical SR4 Suzuki 1600, sarà al via Domenico Palumbo (Progetto Corsa). Tra i prototipi SC, in gara anche la Prosport Suzuki di Pietro Nardone e la Radical SR4 di Antonio Lavieri.  A rappresentare la E2 SS, la Formula Gloria B5-Yamaha di Antonino Branca. In E2SH, tre Fiat motorizzate Suzuki, la 127 1400 di Giuseppe Bocchetta, la X19 di Domenico Caputo e la 126 di Cosimo Antonio Sergi. Nell’elenco dei partecipanti spiccano poi i tre “coccodrilli” Kart Cross Suzuki Vst, con a bordo Damiano Negro, Francesco Savoia e Vito Ciracì. Piuttosto competitiva la E1 Italia con 8 vetture iscritte, la Citroen C1 Honda di Giovanni Ricco, tre Renault R5 GT Turbo di Giovanni Leo, Domenico Romano e Vito Pastore, la Fiat 500 di Massimiliano Pastore, la Peugeot 205 di Giuseppe Fumarola, la Fiat 127 di Rocco Rinaldi e la A 112 di Leonardo Semeraro. Un mini esercito di 14 bicilindriche esalterà gli appassionati della categoria, tra 500 e 126 dal rombo inconfondibile. Passando alle vetture “rally”, ne compaiono 7 del gruppo A e ben 15 del Gruppo N. Il comparto si chiude con le Racing Start, le vetture “stradali” che sono tantissime, 26 per l’esattezza, confermando il boom della nuova categoria promozionale, mentre 5 sono le RS Plus. Infine, in HTP, chiude la lista degli iscritti, e partirà per prima, la “storica” Fiat 128 di Giuseppe De Palo.

Il percorso si snoderà lungo un tracciato di 2520 metri, con 13 chicane di rallentamento che metteranno alla prova l’abilità dei concorrenti, e traguardo posizionato in viale Toledo. Nella giornata di, domani,  domenica 21 novembre, le strade P1 e P2 di Brindisi verranno chiuse al traffico a partire dalle ore 7.30 fino al termine della corsa, previsto alle ore 16.30. La competizione scatterà alle ore 9, con la ricognizione ufficiale del percorso, la partenza della manche 1 è fissata alle ore 11 e a seguire, si disputeranno gara 2 e gara 3. La direzione gara è ubicata presso la Casina Municipale dove si svolgeranno anche le premiazioni, previste alle ore 17.30. Tutte le informazioni sulla competizione sono disponibili sulla pagina web ufficiale della scuderia organizzatrice www.fasanocorse.com e sulla pagina Facebook “Slalom Trofeo Selva di Fasano”.