Un Terminillo coi fiocchi per Vimotorsport

Vittorio Veneto (TV) – Settimo round del Campionato Italiano Velocità Montagna più che positivo per la scuderia Vimotorsport: alla cinquantasettesima edizione della Rieti Terminillo, che segna pure il giro di boa del Trofeo Italiano Velocità Montagna zona centro, il sodalizio trevigiano si è presentato al via con cinque vetture, quattro delle quali hanno concluso questa gara tanto veloce quanto insidiosa dove il minimo errore può costare caro.

Il percorso reatino ha visto andare in scena un duello serrato per la conquista del secondo gradino del podio assoluto; uno dei protagonisti di questa battaglia è stato il pilota trentino Diego Degasperi che, con una prova decisamente convincente al volante dell’Osella FA30 Zytek, è riuscito a mettere in bacheca oltre alla medaglia d’argento conquistata nella generale anche il primo posto di gruppo E2 – SS e di categoria 3000.
Il miglior interprete della cronoscalata laziale per quanto riguarda la categoria CN è stato Alberto Scarafone il quale, dopo aver risolto grazie al lavoro del team Paco74 un problema sulla sua Osella PA21 sorto durante le prove cronometrate, ha potuto affrontare nel migliore dei modi i 13.450 metri della corsa organizzata da Aci Rieti, andando ad aggiudicarsi la vittoria sia di gruppo che di classe 2000.
Superlativa la prestazione del romano Marco Iacoangeli che, dopo sette anni, è tornato a calcare il tracciato della Coppa Carroti. Il driver della possente BMW Z4 ha dovuto fare i conti con una doppia partenza che ha influito sulle temperature del motore mandando la centralina in protezione e facendo perdere potenza alla tedesca nel tratto conclusivo della salita, senza però privarlo della gioia di aver raggiunto il primato sia nella GT sia nella classe GT3 pur con un tempo più alto di quello che si aspettava.
In E2 – SC 2000 è un determinato Achille Lombardi ad ottenere il successo andando a fermare il cronometro su un tempo che gli è valso anche la quinta posizione assoluta a bordo dell’Osella PA2000 curata dal Team Puglia.
Una noia elettrica occorsa sull’Honda Civic Type – R ha messo fine alla competizione di Adriano Pilotto che si è trovato con la vettura improvvisamente ammutolita mentre affrontava la prima chicane e che, nonostante gli sforzi, non ne ha più voluto sapere di riprendere la marcia.

www.vimotorsport.it

📸 Ph. Acisport