Venanzio è il più veloce nella prima manche dei Trulli ma Emanuele sale sul gradino più alto del podio

Questo articolo è anche in formato audio

Bella sfida tra Fabio Emanuele e Salvatore Venanzio nella prima manche dello Slalom dei Trulli valido per il tricolore. Il campione campano è il più veloce con la sua Radical a tocca un brillo. Dietro alla Osella dei sei volte Campione Italiano Slalom Fabio Emanuele si piazzano le formula di Giuseppe Giametta e Girolamo Ingardia.

Sono in tre i piloti a scendere sotto i 150 punti al termine della prima manche valida per la vittoria dello Slalom dei Trulli, terzo appuntamento del tricolore della specialità in scena in Puglia.
Il più veloce, con il tempo di 2’27” e 70 centesimi, è il campano Salvatore Venanzio che, con la sua Radical SR4 Suzuki, precede di 1″ e 84 centesimi Fabio Emanuele, il Campione Italiano Slalom in carica, al via dei 3,5 chilometri di gara contro il tempo, su Osella PA 9/90 Alfa Romeo e primo nella classifica di manche. Salvatore Venanzio, infatti, “tocca” un birillo ” in una delle sedici postazioni di rallentamento lungo il percorso, paga 10 punti di penalizzazione e scivola in quinta posizione assoluta con 157,70 punti. Seconda piazza, con 149,89 punti alle spalle di Emanuele, per Giuseppe Giametta, il più veloce tra le monoposto in gara, su Formula Gloria B4 davanti a Girolamo Ingardia, terzo sul podio di manche, su Formula Ghipard. Carmelo Coviello è quarto assoluto con la sua Osella PA 21 Viktor Suzuki precedendo in classifica Salvatore Venanzio e Donato Catano, primo tra le silhouette al volante di una A112 Proto. Settima piazza per il campione campano Luigi Vinaccia su Osella PA 9/90 penalizzato di 10 punti. Chiudono la top ten della prima manche dello Slalom dei Trulli tre Formula Gloria: la prima è quella di Antonino Di Matteo, la seconda quella di Fabio Di Cristofaro, la terza quella di Antonino Branca. Nei gruppi, Marcello Bisogno, tredicesimo assoluto, si conferma il più veloce tra le Gruppo Speciale Slalom su Peugeot 106 così come Antonino Marzuillo, quindicesimo assoluto su Renault Clio RS, in Gruppo E1 Italia e Paolo Staiano, ventiquattresimo assoluto su Peugeot 106, in Gruppo N. Cosimo Laghezza chiude la manche al comando tra le Racing Start al volante di una Citroën Saxo Vts, la stessa vettura con cui Angelo Vaccaro guida, momentaneamente, il Gruppo A.