Via alla seconda manche di ricognizione ad Ascoli

Questo articolo è anche in formato audio

Primo passaggio sul tracciato per i concorrenti della 60^ Coppa Paolino Teodori con Merli su Osella autore del miglio riscontro.

Pronta al via la seconda manche di ricognizioni della 60^ Coppa Paolino Teodori che domani, domenica 27 giugno, prenderà il via alle 9 per le due gare in programma sui 5.031 metri che uniscono Colle San Marco a San Giacomo. Le due gare saranno domani, domenica 27 giugno, con primo semaforo verde alle 9. Dalle 13.40 gara 2 sarà intreramente live su ACI Sport TV (228 Sky) ed in diretta streaming e sui canali social della serie tricolore ACI Sport che ad Ascoli ha incontrato i protagonisti del FIA Hill Climb Championship.

Miglior riscontro in prima manche per il leader della serie europea Cheristian Merli, il trentino di Vimoptorsport che ha usato le doti di scorrevolezza ed aerodinamica dell’ufficiale Osella FA 30 Zytek.

Prima manche di attento studio per Simone Faggioli, il fiorentino di Best Lap e leader del tricolore, autore del secondo miglior riscontro,  ha raccolto dati per le regolazioni da operare sulla ufficiale Norma M20 FC Zytek.

Ha usato con profitto la lunga esperienza il napoletano della Scuderia vesuvio Piero Nappi, immeditamente in buona sintonia con il tracciato e con l’Osella PA 30 Zytek, In ottima evidenza l’altra Norma del Team Faggioli, affidata al siciliano  Franco Caruso, mentre ancora qualcosa da ottimizzare per il trentino Diego Degasperi sulla Osella FA 30 Zytek per essere al massimo del potenziale. Riscontro corono etrico praticamente identico per il siciliano Domenico Cubeda che, al volante dell’Osella FA 30 Zytek, deve perfezionare dei riferimenti sul tracciato, dove in paio di occasioni ha ritardato eccessivamente delle frenate.

In gruppo CN Francesco Leogrande ha immeditamente concretizzato i riferimenti in suo possesso, per l’Osella PA 21.

Altri crono praticamente identici sono quelli realizzati dal lucano Achille Lombardi, solo in fase di studio del tracciato sull’Osella PA 2000, con quello del giovane siracusano Luigi Fazzino che ha subito aggredito la strada per testare la risposta dell’Osella PA 2000 turbo. 

Prove subito proficue, ma ancora con lavoro da fare per i due sardi: Giuseppe Vacca che cerca di recuperare infretta tutto il feeling con l’Osella PA 2000 e Sergio Farris, alle prese con i particolari di set up della Lola FA 30.

Primo riscontro tra le auto turismo per Marco Gramenzi, il teramano che considera la “Teodori” gara di casa e dove ha testato con profitto le regolazioni dell’Alfa 4C 01 Furore ora spinta dal propulsore Judd. 

Proficuo anche il primo passaggio di Carmine Tancredi come sempre su Ford Escort Cosworth, per il gruppo E1.