Vito Tagliente in salita fedele alle auto turismo

Questo articolo è anche in formato audio

Il pugliese Tricolore CIVM Racing Start Plus 2020 sulla Peugeot 308 conferma al fiducia nell’alto potenziale dell’auto francese e parla della scorsa stagione dove sono mancate alcune classiche ma si è avuto modo di scoprire altre gare.

Vito Tagliente, il pilota tarantino di Martina Franca, è stato il vero mattatore della stagione 2020 del Campionato Italiano Velocità Montagna in Racing Start Plus al volante della debuttante Peugeot 308 curata dalla DP Racing.

Ecco come Taglinete ha riassunto il suo 2020 ed in che prospettiva guarda al futuro più prossimo:

“Credo di non essere stato l’unico a pensare che il campionato 2020 difficilmente avrebbe preso forma, ma nonostante tutto, è venuto fuori un calendario che quantomeno ha dato a noi modo di disputare un numero accettabile di gare.

Nonostante, come sappiamo, la Peugeot 308 fosse ancora in fase sperimentale, credo di non aver avuto nessun dubbio sulla superiorità della macchina rispetto alla concorrenza. Ovviamente abbiamo dimostrato ancora ben poco, ma il potenziale per fare meglio c’è.

È inutile dire che “le mancanze” nel campionato 2020 sono state le gare a cui sono più affezionato (Morano, Sarnano, Ascoli, per citarne alcune) e soprattutto il calore del pubblico.
Disputare gare che di solito non sono in calendario CIVM, è stato piacevole… menzione speciale per Alghero, che neanche quest’anno avrà titolazione CIVM, un vero peccato!

Confermo l’interesse per le vetture turismo, possedendone più di una, per il momento non mi annoio!”-.